Contattaci

GardaSolar s.r.l. a socio unico
Via Fortunato Zeni, 8
38068 Rovereto (TN), Italia

Let's get in touch.

Se c’è una cosa positiva che la recente pandemia mondiale ci ha insegnato è che il rispetto dell’ambiente deve diventare una priorità di tutti, dal cittadino al turista. In meno di due mesi dal lockdown, con le aziende chiuse e le automobili ferme, le città e l’ambiente circostante sono rifioriti. Ovunque si è registrato un crollo della Co2: in Italia le emissioni si sono ridotte del 27.7%, l’aria nella Pianura Padana è tornata respirabile, la natura ha ripreso, anche se per poco, il sopravvento.

Le città d’arte, fiaccate dal punto di vista economico, hanno invece visto un miglioramento sostanziale dell’ambiente circostante. Venezia ne è l’esempio più lampante: arrestata la mole di turisti che arrivavano in centro città con le grandi navi, le acque dei canali sono diventate pulitissime, consentendo in poche settimane un ripopolamento di piante e una fauna rinnovata.

La lezione è chiara: se è vero che di turismo le città devono vivere, dall’altro lato non deve essere più a discapito della salute ambientale e personale, né del tessuto sociale.

Il turismo sostenibile: la frontiera su cui investire

Con turismo sostenibile si intendono tutte quelle attività che si sviluppano non alterando l’ambiente e che non ostacolano lo sviluppo di altre attività sociali, artistiche ed economiche del territorio.

Secondo il documento dell’Unione Europea “Consumption and Environment 2012”, il turismo è la quarta causa di inquinamento al mondo, con il 75% di Co2 prodotta imputabile ai trasporti e il 21% alle attività ricettive.

Consumption and Environment 2012

Tutti problemi che potrebbero essere risolti dalla scelta dei mezzi di trasporto in primis e, per quanto riguarda il mondo hotellerie e B&B, dall’utilizzo di fonti rinnovabili, dal ricorso di pannelli per il riscaldamento dell’acqua, dall’eliminazione di stoviglie monouso e da tanti altri piccoli accorgimenti che, sommati assieme, possono fare la differenza.

La rivoluzione elettrica della mobilità nel turismo

Noi di Gardasolar crediamo che la mobilità elettrica giocherà un ruolo fondamentale per il futuro del turismo ecosostenibile. Se da un lato il passo da gigante sarà affidato al superamento della vecchia auto a benzina sostituita dall’automobile 100% elettrica, dall’altro sarà necessario dotare i territori ad alto tasso turistico di infrastrutture specifiche e accessibili: colonnine di ricarica, piste ciclabili per e-bike, monopattini in sharing, golf car per gli spostamenti nei resort, pedalò e barche a motore elettrico per visitare località balneari e oasi naturali tutelate.

È un percorso complesso, che richiederà tempo e soprattutto un lavoro di squadra su più livelli. Molti i progetti già in corso, tra cui segnaliamo quello di Mobster, finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale che ha l’obiettivo di rendere più appetibile il turismo alpino nelle località italo-svizzere proprio tramite il miglioramento dell’offerta legata alla mobilità elettrica per il turismo.

Con il supporto di municipalità e l’unione di aziende produttive e ricettive, possiamo individuare qual è la vera essenza della sostenibilità: un vantaggio competitivo e un asset strategico che potrebbe cambiare per sempre il rapporto travagliato dell’Italia con il turismo. Il tempo ce lo dirà, ma le energia in questa direzione devono essere le nostre.

Share:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *